Fondazione di Piacenza e Vigevano Affresco Auditorium
Informazioni Istituzionali    
spazio
  Statuto
spazio
  Organi
  Consiglio Generale
  Consiglio d'Amministrazione
  Collegio dei Sindaci
  Presidente
spazio
  Patrimonio
spazio
  Bilanci
spazio
  Documento Programmatico
spazio
   
  Normativa
   
  Carta Fondazioni
spazio

  Come Richiedere un Contributo
spazio
  News
spazio
  Rassegna Stampa
spazio
  Eventi Auditorium Piacenza
spazio
  Eventi Auditorium Vigevano
spazio
  Forum (in allestimento)
spazio
  Newsletter
spazio

invia
 
Home Page     Informazioni istituzionali      Indice Statuto     Titolo VI    

TITOLO VI - BILANCIO E SCRITTURE

 

Art. 25 Libri e scritture contabili

  • 1. La Fondazione conserva i libri delle adunanze del Consiglio Generale, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale.
  • 2. La Fondazione tiene, inoltre, con le modalità specificate dalla legislazione tempo per tempo vigente, il libro giornale, il libro degli inventari e tutti gli altri libri richiesti dalla normativa civilistica e fiscale in considerazione dell’attività svolta dalla Fondazione stessa e della sua natura giuridica.
  • 3. Qualora la Fondazione eserciti direttamente imprese strumentali, oltre alla relativa contabilità separata deve essere predisposto uno specifico rendiconto da allegare al bilancio annuale.

Art. 26 Bilancio e documento programmatico previsionale

  • 1. L’esercizio inizia il 1° gennaio e si chiude il 31 dicembre di ogni anno.
  • 2. Il Consiglio di Amministrazione predispone il progetto di bilancio dell’esercizio e la relazione sulla gestione. Il progetto di bilancio è costituito dai documenti di cui all’art. 2423 codice civile e, nel rispetto del regolamento dell'Autorità di Vigilanza di cui all’art. 9, comma 5, d.lgs. 17 maggio 1999 n. 153 e successive modificazioni, fornisce separata e specifica evidenza degli impieghi effettuati e della relativa redditività. La relazione sulla gestione illustra l'andamento della gestione, sia nel suo complesso, con riguardo alla politica degli accantonamenti e degli investimenti e con riferimento al mantenimento della sostanziale integrità economica del patrimonio, sia nei vari settori in cui la Fondazione ha operato, anche in relazione alle singole erogazioni effettuate nell'esercizio. Il Consiglio di Amministrazione comunica il progetto di bilancio e la relazione sulla gestione al Collegio Sindacale almeno trenta giorni prima della riunione del Consiglio Generale, che deve discuterlo e approvarlo.
  • 3. Il Collegio Sindacale predispone la propria relazione, formulando le osservazioni e le proposte di propria competenza in ordine al bilancio. La relazione è depositata presso la sede della Fondazione almeno quindici giorni prima della riunione del Consiglio Generale.
  • 4. Il Consiglio Generale approva il bilancio entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio.
  • 5. Il bilancio potrà essere sottoposto a certificazione volontaria di una società di revisione. Lo stesso e la relazione sulla gestione vengono resi pubblici nelle forme stabilite dal Consiglio Generale, osservato altresì quanto stabilito in proposito nel regolamento dell'Autorità di Vigilanza di cui all'art. 9, comma 5, d.lgs. 17 maggio 1999, n. 153 e successive modificazioni.
  • 6. Il Consiglio Generale, entro il mese di ottobre di ciascun anno, approva il documento programmatico previsionale annuale dell’attività della Fondazione. Il documento programmatico previsionale annuale viene predisposto dal Consiglio di Amministrazione tenendo conto del documento programmatico previsionale pluriennale, indica gli impieghi patrimoniali volti a ottenere un'adeguata redditività degli investimenti assicurandone il collegamento con le finalità istituzionali della Fondazione ed in particolare con lo sviluppo del territorio, fissa i limiti di spesa con distinto riferimento alle spese di funzionamento e a quelle destinate alle attività istituzionali della Fondazione. Il documento di programmazione annuale comprende altresì il bilancio preventivo dell'esercizio successivo. Ai fini informativi vengono indicati nel documento di programmazione annuale gli impieghi di cui all’art. 7, comma 1, d.lgs. 17 maggio 1999, n. 153.
  • 7. Il bilancio d’esercizio e il documento programmatico previsionale debbono essere inviati all’Autorità di Vigilanza entro quindici giorni dalla loro approvazione.
  • 8. Nella nota integrativa sono fornite informazioni, di natura qualitativa e quantitativa, relative alle operazioni in derivati effettuate nell’esercizio di riferimento del bilancio e a quelle in essere alla data della sua chiusura, ivi incluse quelle incorporate in strumenti finanziari e quelle perfezionate nell’ambito delle gestioni di portafogli, nonché le informazioni di dettaglio riguardanti la copertura degli investimenti nelle imprese e negli enti strumentali.
spazio

<< Torna all'indice dello statuto

spazio spazio spazio
spazio spazio spazio