Fondazione di Piacenza e Vigevano Stampa
  Come Richiedere un Contributo
spazio
  News
spazio
  Rassegna Stampa
spazio
  Comunicati Stampa
spazio
  Eventi Auditorium Piacenza
spazio
  Eventi Auditorium Vigevano
spazio
  Newsletter
spazio

invia
 
Home Page     Rassegna Stampa   


Giovedì 5 Ottobre 2017 - PiacenzaSera

Roboable, la "bacchetta magica" che aiuta gli studenti disabili

La Fondazione Piacenza e Vigevano consegna alle scuole piacentine Roboable, kit robotico destinato agli studenti con difficolta cognitive e motorie.

Il dispositivo - che sarà messo a disposizione di due docenti per ogni istituto comprensivo o circolo didattico - frutto di un progetto nato dalla sinergia tra la Fondazione Piacenza e Vigevano, l’associazione Artù e la Scuola di Robotica, è stato presentato questa mattina in Fondazione.

Roboable, come spiegato da Emanuele Micheli della Scuola di Robotica, è “un nuovo strumento di “edutainment” rivolto all’utenza debole in grado di veicolare contenuti terapeutici e riabilitativi, nello specifico a bambini affetti da disturbi dello spettro autistico o con disagi cognitivi/motori da lievi a gravi”.

Il progetto trae ispirazione dalle potenzialità espressive della maschera, noto strumento di cui si avvale la psicoterapia allo scopo di far emergere emozioni e sentimenti. Attraverso l’identificazione con il device l’utente ha la possibilità di esprimere le proprie emozioni, motivato a mantenere alto il livello di concentrazione e collaborazione.

Lo scopo è quello di rendere accessibile la tecnologia per creare uno strumento ludico e didattico che possa caricarsi anche di contenuti terapeutici.

Il kit comprende un’unità base interfacciabile con infinite cover sensorizzate, ossia device emozionali provvisti di sensori. Inoltre il dispositivo è in grado di interagire con supporti (pc e proiettori, smartphone e tablet) capaci di riprodurre scenari di gioco interattivi opportunamente studiati e scaricabili gratuitamente dal sito dedicato.

Gli obiettivi dello scenario sono semplici e intuitivi in alcuni casi, complessi e articolati in altri, a seconda delle capacità del potenziale utilizzatore.

Proprio in virtù della sua adattabilità, Roboable è in grado di sviluppare scenari interattivi anche per situazioni di estremo disagio psicofisico.

Inoltre il dispositivo si avvale del linguaggio di programmazione Scratch, noto per la sua semplicità di utilizzo da parte di un pubblico molto vasto grazie a una struttura grafica che traduce gli elementi della programmazione in “blocchi” da costruire e poi mettere in relazione tra loro.

Roboable è anzitutto un sistema, una piattaforma di lavoro open-source e source-in-progress alla quale accedere per creare e condividere contenuti.

La consegna dei kit giunge a conclusione di un progetto che ha visto lo sviluppo di questo strumento a partire da un prototipo e la realizzazione di 2 tesi universitarie (Design e Scienze della formazione), 1 borsa di ricerca che ha riguardato la sperimentazione di Roboable in 6 scuole nel territorio nazionale ed è propedeutica a una sperimentazione su più larga scala delle sue potenzialità.

Nella giornata di oggi sono previste una serie di attività di formazione riservate agli insegnanti degli istituti della provincia di Piacenza che riceveranno il kit .

Associazione Artù è una realtà che persegue finalità di solidarietà sociale e impegno civile attraverso lo sviluppo di iniziative di solidarietà per alleviare le carenze nelle reti familiari come le condizioni di rischio psico sociale e sanitario e la mancanza di modelli di riferimento.

Scuola di robotica è un associazione che vuole promuovere la conoscenza e l'applicazione della robotica come tecnologia didattica nelle strutture scolastiche e formative esistenti. Nell'epoca del cyber spazio si pone l'obiettivo di modernizzare i contenuti e i metodi educativi.

Torna all'elenco | Versione stampabile

spazio
spazio spazio spazio
spazio spazio spazio