Fondazione di Piacenza e Vigevano Stampa
  Come Richiedere un Contributo
spazio
  News
spazio
  Rassegna Stampa
spazio
  Comunicati Stampa
spazio
  Eventi Auditorium Piacenza
spazio
  Eventi Auditorium Vigevano
spazio
  Newsletter
spazio

invia
 
Home Page     Rassegna Stampa   


Venerdì 23 Marzo 2012 - Libertà

L'ospedale militare apre al pubblico

Con il Fai per la prima volta alla scoperta dell'edificio di via Palmerio



A sinistra l´ospedale militare di via Palmerio, che per la prima volta apre le porte al pubblico ...
fiorenzuola - Aperture eccezionali in città e in provincia, per le Giornate Fai di Primavera che tornano in tutta Italia nel fine settimana. Il Fondo ambiente italiano, nella ventesima edizione di questa preziosa manifestazione, a Piacenza consente di aprire per la prima volta al pubblico l'ospedale militare di via Palmerio, con visite guidate domani e domenica, dalle 9 alle 16,30. Ad accompagnare i visitatori, che si attendono molto numerosi, sarà un folto team di oltre 80 "apprendisti ciceroni": i ragazzi e le ragazze del liceo "Colombini", preparatisi appositamente su documenti e testi (dell'architetto Tommaso Ferrari, di Armando Siboni, del cav. Scipione Ranaldi).
Saranno i ragazzi del liceo "Gioia" di Piacenza e del polo superiore "Mattei" di Fiorenzuola, a guidare invece le visite a ben quattro "gioielli" del capoluogo della Valdarda: a Fiorenzuola infatti il Fai consente l'apertura al pubblico del palazzo Bertamini Lucca (su corso Garibaldi) e dell'ex convento francescano seicentesco, appena ristrutturato, di via Teofilo Rossi, oggi sede della fondazione Verani Lucca. A questi due siti di interesse artistico, si aggiungono la visita alla chiesa Collegiata San Fiorenzo e il quattrocentesco palazzo Grossi, sempre in corso Garibaldi, di cui gli apprendisti ciceroni illustreranno la facciata. Gli orari per le visite di Fiorenzuola (costituiscono un vero e proprio percorso, che toccherà anche il parco Lucca) vanno dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17, sia nella giornata di domani che di domenica. Ci sarà la possibilità di iscriversi in loco, con corsie preferenziali per i soci del Fai.
Il Fondo ambiente italiano, che a Piacenza è guidato dal neo capo delegazione Andrea Valentini, in tutta Italia conta ben 80mila iscritti, 113 delegazioni, 7mila volontari. I beni aperti al pubblico grazie al Fai, nell'arco di tutto l'anno, sono 25 e contano mezzo milione di visitatori all'anno. Il principale evento nazionale, la Giornata Fai di Primavera, arriva a raccoglierne altrettanti, per circa 650 siti aperti eccezionalmente ai cittadini.
A Piacenza c'è già grande curiosità per la scelta del Fai di consentire l'apertura d'eccezione dell'ospedale militare. Scelta che il Fai ha compiuto anche per inserirsi nel dibattito sulla destinazione delle aree militari piacentine. "Grazie alla legge finanziaria 2010 - si legge in una nota della delegazione di Piacenza - è diventata più concreta la possibilità che diverse aree ed edifici militari appartenenti al Demanio e quindi non direttamente fruibili dalla popolazione civile, siano restituite alla città. Riaprire l'ospedale militare significa entrare all'interno del dibattito sulla riappropriazione di questi spazi". La scelta di costruire un ospedale militare di Piacenza risale al periodo dell'Italia postunitaria: la costruzione iniziò nel 1865 e si concluse nel '69. Il complesso fu pensato per ospitare dai 400 ai 580 posti letto, come si legge nel portone di ingresso. Si presenterà l'architettura esterna, ma anche gli interni: uffici, reparti, padiglioni infettivi (nel braccio destro dell'edificio), gabinetti per indagini cliniche, farmacia, lavanderia, spogliatoi, barberia, magazzini.
Gli apprendisti ciceroni del liceo "Colombini" saranno seguiti dalla prof. Rossana Frati. Le insegnanti referenti per il "Gioia" sono Milena Barbieri, Antonella Savini, Stefania Cattadori, Valeria Poli. Al "Mattei" di Fiorenzuola, i docenti referenti sono Danilo Testa, Laura Torricella, Anna Cigala, Giovanna Iasevoli, Giuseppe Dossena. Il Fai è grato ai proprietari degli immobili che verranno aperti al pubblico (la famiglia Manfredi e Luigi Camminati per Fiorenzuola), e - per l'ospedale militare - ai generali Claudio Totteri ed Eugenio Gentile.

Donata Meneghelli

Torna all'elenco | Versione stampabile

spazio
spazio spazio spazio
spazio spazio spazio