Progetti > Emporio Solidale di Piacenza

Emporio Solidale di Piacenza

Inaugurazione dell'Emporio Solidale di Piacenza

In via I Maggio 62 a Piacenza è attivo – dall’inizio di settembre ufficialmente a pieno regime – il primo EMPORIO SOLIDALE della provincia. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Fondazione di Piacenza e Vigevano, Comune di Piacenza e Caritas Diocesana e dopo una approfondita fase di studio e di verifiche comparative con altre strutture già operanti in Italia.

L’area è di proprietà della Fondazione, che l’ha acquisita per realizzare il progetto, sostenendo i costi per l’adeguamento degli spazi.

È gestito dall’associazione Emporio solidale Piacenza Onlus che coinvolge Comune di Piacenza, Auser, Caritas, Croce Rossa e Svep.

L’emporio è un negozio molto speciale. Ci sono scaffali e una gamma di prodotti essenziali per la vita quotidiana delle famiglie: alimenti, prodotti per la casa e l’igiene personale. Ci sono anche le casse ma non circola denaro, non esistono acquisti ma donazioni.

L’emporio vive grazie ai volontari e alla gratuità. La città e le aziende del territorio donano i prodotti, i volontari donano il tempo.

All’emporio non si fa solo la spesa, si incontrano persone che sono disponibili ad ascoltare chi si trova nella fascia della vulnerabilità, ossia a quei nuclei familiari e a quelle persone che, a causa di una rottura biografica, la perdita del lavoro o un contratto a termine non rinnovato, una separazione, una malattia, possono facilmente trovarsi nella povertà, finire sotto la linea di galleggiamento e non trovare le risorse per riemergere.      

L’Emporio consente di fornire un aiuto che conservi pienamente la dignità e la possibilità di scelta: poter fare la spesa componendo il proprio paniere di beni secondo le esigenze e i gusti della propria famiglia.

All’Emporio si sviluppa attenzione allo spreco, al recupero, al riuso: ridurre e indirizzare a fini sociali lo smaltimento quali rifiuti urbani di generi alimentari, di arredi, di elettrodomestici;

L’Emporio richiede corresponsabilità e impegno da parte delle famiglie. Occorre restituire l’assunzione del dovere di fare il possibile per superare la situazione di difficoltà e la consapevolezza che nessun aiuto sarà generativo di cambiamenti senza l’impegno di chi lo riceve.

All’emporio c’è uno spazio per prendere un caffè e scambiare parole, e c’è uno spazio gioco per i bambini. Nessun aiuto sarà generativo di cambiamenti se non passa dalla relazione tra le persone.

L’Emporio Solidale di Piacenza è composto da:

  • un SUPERMERCATO nel quale è presente una gamma di prodotti essenziali per la vita quotidiana delle famiglie: alimenti, prodotti per la casa e l’igiene personale. Non circola denaro: la spesa di può fare con una tessera a punti;
  • Il PROGETTO MOBILIO per mettere a disposizione elementi di arredamento, che comprende un magazzino per lo stoccaggio, un laboratorio per la modifica e uno spazio per l’esposizione;
  • Gli SPORTELLI di aiuto per aiutare nella ricerca di lavoro, nell’orientamento ai servizi del territorio, nella gestione del budget familiare e degli stili di consumo.

 

LE TAPPE DEL PROGETTO

Primi mesi 2016. Comune di Piacenza - Assessorato al Welfare, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Caritas Diocesana danno il via alla fase di studio per la creazione del primo Emporio Solidale a livello provinciale;

27 giugno 2016. La Fondazione di Piacenza e Vigevano formalizza l’acquisto dell’Area di via I Maggio: 8.000 metri quadrati con annessi capannoni e palazzina;

6 dicembre 2016. viene costituita l’Associazione Emporio Solidale Piacenza onlus. Cinque i soci fondatori: Comune di Piacenza, Centro di Servizi per il Volontariato Svep, Caritas Diocesana di Piacenza-Bobbio, Croce Rossa Italiana e Auser Volontariato di Piacenza;

2017: fase di verifica e sopralluoghi nelle altre strutture già esistenti per definire i contorni del progetto; la Fondazione di Piacenza e Vigevano delibera l’appalto per l’affidamento dei lavori di adeguamento;

primavera 2018: selezione delle ditte incaricate dei lavori e avvio ufficiale degli interventi di adeguamento;

10 dicembre 2018: termine degli interventi strutturali;

maggio 2019: termine degli interventi agli impianti, agli spazi  e agli arredi;

settembre 2019: apertura ufficiale dell’Emporio.

 

A CHI SI RIVOLGE

L’Emporio si rivolge in particolare alla fascia della VULNERABILITA’, ossia a quei nuclei familiari e a quelle persone in TEMPORANEA DIFFICOLTA’ ECONOMICA, che a causa di esperienze traumatiche a livello famigliare, di salute o di lavoro possono facilmente trovarsi al di sotto della soglia di povertà e, oltre alla fatica del sostentamento materiale, possono rischiare un indebolimento della loro rete di relazioni. All’Emporio possono accedere le persone che abitano a Piacenza con un ISEE inferiore o uguale a 17.000 euro.

Per accedere ai servizi dell’Emporio è necessario presentare la DOMANDA presso i CENTRI DI ASCOLTO DI CARITAS, CROCE ROSSA E AUSER.

Chi è in carico ai servizi sociali del territorio può rivolgersi alla propria assistente sociale.

L'EMPORIO SOLIDALE è aperto martedì e giovedì dalle 9 alle 12, mercoledì dalle 15 alle 17.

 

CONTATTI

EMPORIO SOLIDALE

via I maggio 62 Piacenza
tel. 0523-751952

Iscriviti alla nostra mailing list