News > GENIUS LOCI
VII Festival dell'Outsider Art e Arte Irregolare

GENIUS LOCI
VII Festival dell'Outsider Art e Arte Irregolare

20settembre2022ore 12:00Fondazione di Piacenza e Vigevano

GENIUS LOCI

VII Festival dell'Outsider Art e Arte Irregolare

Con mostre ed eventi dal 25 settembre al 16 ottobre, tra Palazzo Farnese e la Galleria Biffi Arte, Piacenza si prepara ad ospitare la settimane edizione del Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare, che ha il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Il progetto nasce nel 2016 da un’idea del Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili e il Dipartimento di Salute Mentale di Bologna e nel corso degli anni si è sviluppato grazie al lavoro di un’ampia rete di professionisti che si è costituita tra le maggiori realtà italiane che si occupano di arte Outsider e Irregolare.  Dopo i primi tre anni nei quali il Festival è stato ospitato presso la libera Università di Alcatraz (Gubbio) è emersa l’esigenza e la volontà di aprirsi ad un contesto più ampio e cittadino così nel 2019 il Festival è diventato itinerante (Verona, Bologna, Torino). Quest’anno tocca a Piacenza.

Ci saranno una mostra curatoriale presso la Galleria Biffi Arte dal 25 settembre e una serie di talk/conversazioni a Palazzo Farnese sull’arte irregolare. Si avrà anche l’occasione di vedere esposti sulle fiancate degli autobus opere realizzate da artisti di atelier e collettivi d’arte sia italiani che stranieri, che si sono misurati con il tema del Festival. Un’azione urbana un momento di “invasione” della città stimolo per nuovi sguardi. Un modo inedito di coinvolgere i cittadini di Piacenza.

Ogni anno i temi trattati durante le giornate del Festival sono differenti e sono scelti in base alla storia e alla vocazione della città ospitante. Il Festival di quest’anno ha come fil rouge la scoperta di ciò che rende unico un luogo, la sua specificità, il suo principio fondante, la sua manifestazione al mondo, il suo Genius loci (lo spirito del luogo, la sua anima) e come questo si leghi al lavoro di artisti che sentono a necessità di rappresentare la propria appartenenza. Una lenta esplorazione lungo le sponde del Po, tra le sue nebbie, gli orizzonti infiniti e la poetica di questi luoghi.

Il Festival rappresenta una prosecuzione del rapporto di collaborazione tra Fondazione di Piacenza e Vigevano (che ha ospitato la conferenza stampa di presentazione) e i suoi promotori: un anticipo della mostra è stato ospitato questa estate nell’ambito del programma di “Le Notti di Santa Chiara”. Nel Chiostro dell’ex Convento è stata esposta “Il senso dei luoghi”, che ha proposto al pubblico un’esplorazione tra territori fisici e dell’anima, l’intensa bellezza espressa da visioni di mondi reali e personali nei luoghi della memoria e del sentimento: case, grotte, alberi, sabbie e pietre, acqua nuvole e vento, occhi sorrisi e smorfie, amore amicizia e odio.

Già dell’anteprima è stato possibile vedere come gli artisti di “arte irregolare” abbiano saputo mettere a nudo il mondo interiore e la propria personale fragilità. Fondazione di Piacenza e Vigevano ha avviato un percorso importante di sostegno all’arte e alla sua fruizione, attraverso XNL, e guarda con interesse a questa iniziativa che sa coniugare la diffusione del gesto artistico e incontri di riflessione, anche con un importante risvolto sociale.

 

IL PROGRAMMA

Domenica 25 Settembre

Galleria Biffi Arte
ore 17,00 | Inaugurazione mostra
Genius loci. La realtà che diventa visione

a cura di Veronica Cavalloni, Simona Olivieri e Marta Rudoni

In mostra artiste e artisti italiani irregolari conosciuti anche a livello internazionale provenienti da collezioni private e pubbliche e archivi di atelier. Una mappa tracciata lungo il percorso del Po da Torino a Piacenza e dintorni. Prospettive insolite, visioni eccentriche, curiose, dove le cose vengono osservate con sguardo appassionato e trasversale. Una realtà che si mescola alla visionarietà, uno stratificarsi lento di storie e memorie, in un ambiente dove tra nebbia e foschia si possono intravvedere creature, animali e belve allo stesso tempo mitiche e familiari, esseri che in qualche modo chi le osserva ha conosciuto nella propria vita, in un sogno o in un incubo [dal catalogo della mostra]. Il percorso espositivo è suddiviso in tre aree sezioni: paesaggi, animali e presenze, figure e personaggi che popolano questi luoghi.

Le artiste e gli artisti presenti in mostra sono: Pietro Ghizzardi - Gianfranco Asveri - Cosimo Cavallo - Lina Fiore - Martino Fiorattini - Luigi Boldori - Fausto Badari - Massimo Turato - Giorgio Barbero - Marilena De Paoli - Fedele Canuto - Rosario Lattuca - acqueforti di vari autori (Pierino Ferrari - Francesco Galeotti - Aldo Ordavo - Luisa Pagano - Mario Previ - Toni Roggeri - Antonio Ligabue).
---------

 

Venerdì 30 Settembre

Palazzo Farnese
ore 10, 00 | Gli atelier, i collettivi e gallerie d’arte incontrano le scuole

a cura di Veronica Cavalloni, Carmen Canevari e Andrea Simonetti

Uno spazio dedicato agli studenti delle scuole superiori dove conoscere il lavoro degli atelier, dei collettivi di artisti, delle gallerie e delle case editrici italiani e internazionali che collaborano con il Festival fin dalla sua nascita e che si occupano di Art Brut, Outsider Art e Arte Irregolare.

14.00 - 17.00 | Conversazioni
La valorizzazione delle opere. Mostre e archivi

a cura di Simona Olivieri

I luoghi comuni dell’arte. Considerazioni su spazi espositivi e outsider art
Daniela Rosi, scenografa e curatrice
Un archivio irregolare: conservazione, ricerca e valorizzazione di opere e documenti brut
Gianluigi Mangiapane, antropologo
Uno spazio dedicato all’approfondimento, alla riflessione e allo scambio di idee ed esperienze su temi legati
all’Outsider Art e all’Arte Irregolare accompagnati da professionisti ed esperti del settore.
---------

 

Venerdì 30 Settembre

Galleria Biffi Arte
18.00 | Visita guidata alla mostra con le curatrici, segue aperitivo
Genius loci. La realtà che diventa visione

a cura di Veronica Cavalloni, Simona Olivieri e Marta Rudoni
---------

 

Sabato 1 Ottobre

Palazzo Farnese
9.00 - 17.00 | Convegno
Genius loci

a cura di Giorgio Bedoni e Eva di Stefano

9.00 | Registrazione partecipanti
9.30 | Saluti istituzionali
Christian Fiazza, Assessore alla cultura, turismo e marketing territoriale del Comune di Piacenza
Mario Magnelli, Vice presidente vicario Fondazione di Piacenza e Vigevano
Maria Angela Spezia, Presidente Il Pellicano Piacenza Onlus
Corrado Cappa, Direttore U.O.C. Psichiatria di Collegamento e Inclusione sociale DSM-DP AUSL Piacenza
Apertura dei lavori
Veronica Cavalloni, Arteterapeuta e Presidente di Fuoriserie aps

ore 10.00 - 13.00

Introduce e modera Eva di Stefano, Storica dell’arte
Il Giardino della memoria
Lucienne Peiry, Storica dell’arte
Sentirsi “paesati” nei luoghi del Po, pieni di buchi dove acqua e terra ci bevono
Bianca Tosatti, Storica dell’arte
Cos’ha di attraente la pittura e la scrittura ingenua, umorale e pazzoide
Ermanno Cavazzoni, Scrittore
«Questo volevo che capiste». Francesco Romiti e San Salvi
Claudio Ascoli, Fondatore della compagnia teatrale “Chille de la Balanza”

ore 14.00 - 17.00

Introduce e modera Simona Olivieri, Architetto, artista terapista
Genius loci. L’arte inquieta. Sguardi sull’identità
Giorgio Bedoni, Psichiatra e curatore
Disegnare con le scarpe. Dall’archivio dell’Ospedale San Lazzaro al Museo di storia della psichiatria
Alessandro Gazzotti, Storico dell’arte
Un archivio. Una storia
Dino Menozzi, Collezionista

ore 18.00 - 19.00
Concerto jazz

Orchestra Laboratorio del Milestone di Piacenza - Direttore Gianni Satta

..................

Iscriviti alla nostra mailing list