Come Richiedere un Contributo
spazio
  News
spazio
  Rassegna Stampa
spazio
  Comunicati Stampa
spazio
  Eventi Auditorium Piacenza
spazio
  Eventi Auditorium Vigevano
spazio
  Logo e Uso del Marchio
spazio
  Newsletter
spazio

invia


Annibale - Un mito mediterraneo

 



Si comunica che dal 1 Aprile 2019 non sarà più possibile inviare richieste di contributo via posta ordinaria o via mail.
I bandi sono momentaneamente chiusi.

Le richieste on line potranno essere presentate solo dopo il
12 Maggio 2019


Eventi   
spazio

Giovedì 9 Maggio 2019

ore 17:30 - Auditorium della Fondazione

L’INVADENZA DELLA TECNOLOGIA - DANIELE NOVARA

L’INVADENZA DELLA TECNOLOGIA - DANIELE NOVARA

I Giovedì della Bioetica

L’INVADENZA DELLA TECNOLOGIA.
nel mondo dei giovani

DANIELE NOVARA
Università Cattolica di Milano
-------------
I “Giovedì della Bioetica” sono l’esito di un progetto culturale destinato a un pubblico eterogeneo di studenti, studiosi e intellettuali, ma anche di semplici cittadini, di curiosi, coraggiosi e trasgressivi, per sensibilizzare la gente sull’importanza del sapere scientifico e della riflessione filosofica.

Gli Autori e i Temi delle conferenze hanno come sfondo comune l’interrogazione sulle implicazioni etiche delle innovazioni scientifiche e biotecnologiche, all’insegna del motto Tutto è consentito all’uso della Scienza per l’Uomo. Nulla è consentito all’uso dell’Uomo per la Scienza.
------------

La Sezione Emilia Romagna dell’Istituto Italiano di Bioetica - con sede in Piacenza - si propone di sollecitare un dibattito culturale intorno a temi di rilevanza scientifica, filosofica e morale e alle loro ricadute pratiche nella nostra vita quotidiana.

Lo spirito della Sezione è squisitamente multidisciplinare e concepisce l’integrazione fra saperi diversi come strumento di innovazione, progresso, libertà e democrazia.

La Sezione considera la diversità una ricchezza e la difende come cammino verso la tolleranza e la convivenza pacifica.

La Sezione promuove il Sapere – con un particolare riferimento a quello scientifico, ma ampiamente integrato con quello umanistico – in quanto opportunità per la crescita individuale e sociale, fisica e psicologica, intellettuale e spirituale.

Curatore scientifico: GIORGIO MACELLARI


Segreteria organizzativa:
tel. 340/1446137
segreteriaIIB.piacenza@gmail.com


Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf |

spazio

Giovedì 26 Settembre 2019

ore 17:30 - Auditorium della Fondazione

GENOMICA SOCIALE - CARLO ALBERTO REDI

GENOMICA SOCIALE - CARLO ALBERTO REDI

I Giovedì della Bioetica

GENOMICA SOCIALE.
Come la vita quotidiana può modificare il nostro DNA

CARLO ALBERTO REDI
Università di Pavia
-------------
I “Giovedì della Bioetica” sono l’esito di un progetto culturale destinato a un pubblico eterogeneo di studenti, studiosi e intellettuali, ma anche di semplici cittadini, di curiosi, coraggiosi e trasgressivi, per sensibilizzare la gente sull’importanza del sapere scientifico e della riflessione filosofica.

Gli Autori e i Temi delle conferenze hanno come sfondo comune l’interrogazione sulle implicazioni etiche delle innovazioni scientifiche e biotecnologiche, all’insegna del motto Tutto è consentito all’uso della Scienza per l’Uomo. Nulla è consentito all’uso dell’Uomo per la Scienza.
------------

La Sezione Emilia Romagna dell’Istituto Italiano di Bioetica - con sede in Piacenza - si propone di sollecitare un dibattito culturale intorno a temi di rilevanza scientifica, filosofica e morale e alle loro ricadute pratiche nella nostra vita quotidiana.

Lo spirito della Sezione è squisitamente multidisciplinare e concepisce l’integrazione fra saperi diversi come strumento di innovazione, progresso, libertà e democrazia.

La Sezione considera la diversità una ricchezza e la difende come cammino verso la tolleranza e la convivenza pacifica.

La Sezione promuove il Sapere – con un particolare riferimento a quello scientifico, ma ampiamente integrato con quello umanistico – in quanto opportunità per la crescita individuale e sociale, fisica e psicologica, intellettuale e spirituale.

Curatore scientifico: GIORGIO MACELLARI


Segreteria organizzativa:
tel. 340/1446137
segreteriaIIB.piacenza@gmail.com


Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf |

spazio

Giovedì 10 Ottobre 2019

ore 17:30 - Auditorium della Fondazione

INTELLIGENZA ARTIFICIALE - ROBERTO CINGOLANI

INTELLIGENZA ARTIFICIALE - ROBERTO CINGOLANI

I Giovedì della Bioetica

INTELLIGENZA ARTIFICIALE.
Applicazioni e implicazioni etiche nell’imminente futuro

ROBERTO CINGOLANI
Istituto Italiano di Tecnologia di Genova
-------------
I “Giovedì della Bioetica” sono l’esito di un progetto culturale destinato a un pubblico eterogeneo di studenti, studiosi e intellettuali, ma anche di semplici cittadini, di curiosi, coraggiosi e trasgressivi, per sensibilizzare la gente sull’importanza del sapere scientifico e della riflessione filosofica.

Gli Autori e i Temi delle conferenze hanno come sfondo comune l’interrogazione sulle implicazioni etiche delle innovazioni scientifiche e biotecnologiche, all’insegna del motto Tutto è consentito all’uso della Scienza per l’Uomo. Nulla è consentito all’uso dell’Uomo per la Scienza.
------------

La Sezione Emilia Romagna dell’Istituto Italiano di Bioetica - con sede in Piacenza - si propone di sollecitare un dibattito culturale intorno a temi di rilevanza scientifica, filosofica e morale e alle loro ricadute pratiche nella nostra vita quotidiana.

Lo spirito della Sezione è squisitamente multidisciplinare e concepisce l’integrazione fra saperi diversi come strumento di innovazione, progresso, libertà e democrazia.

La Sezione considera la diversità una ricchezza e la difende come cammino verso la tolleranza e la convivenza pacifica.

La Sezione promuove il Sapere – con un particolare riferimento a quello scientifico, ma ampiamente integrato con quello umanistico – in quanto opportunità per la crescita individuale e sociale, fisica e psicologica, intellettuale e spirituale.

Curatore scientifico: GIORGIO MACELLARI


Segreteria organizzativa:
tel. 340/1446137
segreteriaIIB.piacenza@gmail.com


Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf |

spazio

News   
spazio

Lunedì 29 Aprile 2019

Lunedì 29 e martedì 30 aprile 2019 - ore 10 - Teatro Filodrammatici di Piacenza

ANNIBALE memorie di un elefante

ANNIBALE memorie di un elefante

Teatro Ragazzi 2018/2019 | “SALT’IN BANCO” - XXXIX Rassegna di Teatro Scuola

ANNIBALE memorie di un elefante
progetto, drammaturgia e regia Nicola Cavallari
con Giorgio Branca, Nicola Cavallari, Tommaso Pusant Pagliarini
musiche Francesco Brianzi - elefante Surus realizzato da Roberto Pagura
una coproduzione Teatro Gioco Vita, Fondazione di Piacenza e Vigevano

Torna in scena a Piacenza anche per i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di 1° grado la nuova creazione di Teatro Gioco Vita e Fondazione di Piacenza e Vigevano “ANNIBALE memorie di un elefante”.
Lo vedremo al Teatro Filodrammatici lunedì 29 e martedì 30 aprile alle ore 10 per la Stagione di teatro scuola 2018/2019 “Salt’in Banco” di Teatro Gioco Vita, curata da Simona Rossi e organizzata dal Centro di produzione teatrale diretto da Diego Maj con Fondazione Teatri di Piacenza, la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
Le recite in matinée per le scuole si vanno ad aggiungere così all’appuntamento serale a scopo benefico per la Croce Rossa rivolto in particolare alle famiglie e a tutto il pubblico, in programma martedì 30 aprile alle ore 20.30.
Attori, clownerie, giocoleria, commedia dell’arte, visual comedy, musiche e canzoni dal vivo: uno spettacolo per tutti tra teatro, circo e varietà, per ripercorrere in modo divertente e originale le avventure di Annibale e dei suoi elefanti. “Annibale” ha debuttato nel novembre scorso con progetto, drammaturgia e regia di Nicola Cavallari. Lo vedremo con un cast in parte rinnovato: insieme a Nicola Cavallari, in scena Giorgio Branca e Tommaso Pusant Pagliarini. Le musiche sono di Francesco Brianzi, la voce registrata è di Alberto Gromi, l’elefante Surus è realizzato da Roberto Pagura, i costumi sono firmati da Sonia Marianni, le luci da Alessandro Gelmini. Hanno collaborato Gianfranco Gallo (attrezzeria), Maria Elena De Villaris (realizzazione della cartina topografica e dei copricapi), Davide Giacobbi (macchinista), Alessandro Boselli (realizzazione scena), Andrea Speroni (registrazione, mixing e mastering).

Annibale, il leggendario condottiero cartaginese. Annibale, il generale che ebbe l’intuizione di provare a minare la strapotenza dei romani combattendoli sul loro territorio. Annibale, colui che radunò uno sterminato esercito e partì dalla Spagna per valicare le Alpi e irrompere nella Pianura Padana. Annibale, quello degli elefanti. Sì perché... ci ricorderemmo di Annibale se non fosse per gli elefanti? Lo spettacolo trae spunto da un avvenimento storico: la battaglia della Trebbia, in cui si fronteggiarono gli eserciti cartaginese e romano, guidati rispettivamente dal grande generale Annibale e dal giovane Publio Cornelio Scipione.
La scena si apre all’interno di un circo contemporaneo, dove sono presenti il direttore, un inserviente e un solo spettatore, un professore pignolo. Siamo arrivati al gran numero finale, ma l’elefante non vuole entrare in pista. Il direttore del circo giustifica l’animale per la sua veneranda età: si tratta infatti di Surus, l’elefante di Annibale, unico sopravvissuto della spedizione tra i suoi simili. Tre interpreti in scena raccontano a modo loro la vicenda storica giocando con ritmo e azione a impersonare più di dieci personaggi: Annibale e il fratello Magone, Scipione e il console Longo, il prefetto Dasio e il gallo Magilo, i soldati romani. Con un finale spettacolare: il gigantesco elefante di Annibale farà la sua comparsa sulla scena. Protagonisti tre attori poliedrici che spaziano tra teatro, circo e varietà: clown e venditori di storie a vestire i panni di coloro che hanno vissuto la grande avventura di Annibale e dei suoi elefanti.

Approfondisci | Stampa news | Allegato in .pdf

spazio

Domenica 5 Maggio 2019

ore 17:30 - Salone d'Onore di Palazzo Anguissola Cimafava | Via P. Giordani, 2 - Piacenza

Paganini Rediscovered

Paganini Rediscovered

BAF - Bibiena Art Festival

Luca Fanfoni - violino
Daniele Fanfoni - violino
Massimiliano Fanfoni - violoncello
Chiara Cipelli - fortepiano

Organizzazione: Gruppo Strumentale Ciampi

Approfondisci | Stampa news | Allegato in .pdf | Link

spazio

spazio spazio spazio
spazio spazio spazio