Come Richiedere un Contributo
spazio
  News
spazio
  Rassegna Stampa
spazio
  Comunicati Stampa
spazio
  Eventi Auditorium Piacenza
spazio
  Eventi Auditorium Vigevano
spazio
  Logo e Uso del Marchio
spazio
  Newsletter
spazio

invia


Il futuro del Sessantotto

 





Eventi   
spazio

Mercoledì 21 Novembre 2018

ore 17:30 - Auditorium della Fondazione

”Public Art in Italia dal 1968 ad oggi”

”Public Art in Italia dal 1968 ad oggi”

“ARTE FUORI – l’arte del 68 a Piacenza e in Italia” | Ciclo di quattro conferenze a cura di Cristina Casero e Jennifer Malvezzi

Mercoledì 21 novembre 2018 alle ore 17.30, presso l'Auditorium della Fondazione Piacenza e Vigevano, Alessandra Pioselli (*) autrice del libro “L’arte urbana nello spazio urbano” dialogherà con Cristina Casero su “Public Art in Italia dal ’68 ad oggi” E' il quarto ed ultimo appuntamento del ciclo di conferenze dal titolo “ARTE FUORI, l'arte del '68 a Piacenza ed in Italia” curato da Cristina Casero e Jennifer Malvezzi in collaborazione con il Laboratorio di Alberto Esse con il contributo della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Arte pubblica: termine che evoca esperienze molto diverse fra loro, dalle operazioni politiche ad altre più ludiche, progetti di trasformazione effimera di luoghi e paesaggi, azioni partecipative, piccoli gesti quotidiani portati all'aperto, forme di esplorazione attiva dei territori. Ma qual è stata la via italiana a questa pratica artistica? Gli artisti hanno seguito molteplici strade, reinventando il rapporto con lo spazio e con il pubblico all'interno della dimensione urbana. Alessandra Pioselli sceglie come punto di partenza il 1968, con il suo peculiare bagaglio critico ed espressivo, e lo colloca sullo sfondo delle vicende politiche ed economiche italiane. Gli artisti escono nella città, contestano, ironizzano, si calano nel sociale e si fanno voce di un'incalzante energia collettiva. Dai temi della lotta per la casa e per il lavoro discende una mappatura fatta di luoghi forse periferici ma nevralgici, di azioni militanti e di riletture "altre" del concetto di bene culturale. Lungo gli anni settanta, poi, il ruolo di animatori quali Enrico Crispolti, Riccardo Dalisi, Ugo La Pietra e altri fa da contrappunto a quello di gruppi come il Collettivo Autonomo di Porta Ticinese o il Laboratorio di Comunicazione Militante a Milano, che declinano in chiave non autoriale il tema della protesta e della militanza: la scultura ambientale si diffonde con una rinnovata funzione civica. Tramontata la stagione della partecipazione popolare, con gli anni ottanta il fronte si frantuma e si differenzia...

Alessandra Pioselli è critico, curatore d'arte contemporanea e direttore dell’Accademia di Belle Arti G. Carrara di Bergamo. È docente di Storia dell’arte contemporanea presso la stessa Accademia e di arte pubblica presso il Master in economia e management dell’arte e dei beni culturali del Sole24Ore (Milano). Collabora con la rivista Artforum (New York).

Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf |

spazio

Mercoledì 21 Novembre 2018

ore 21:00 - Auditorium della Fondazione

PALCOSCENICO di Stelle

PALCOSCENICO di Stelle

Concerto

Giuseppina Bridelli
Mezzosoprano

Mattia Denti
Basso

Gianni Azzali
Sax and Jazz

Patrizia Bernelich
Pianoforte

Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf

spazio

Giovedì 22 Novembre 2018

ore 21:00 - Auditorium della Fondazione

Aldo Cazzullo "Giuro che non avrò più fame"

Aldo Cazzullo "Giuro che non avrò più fame"

L'Italia della Ricostruzione

Interverrà l’autore
Introduce Giangiacomo Schiavi

Un paese in macerie. Il miracolo della ricostruzione. Il boom economico. Come l’Italia sconfitta divenne una potenza mondiale.
Il primo film che le nostre nonne e le nostre madri andarono a vedere dopo la guerra fu Via col vento. Molte si identificarono in una scena: Rossella torna nella sua fattoria, la trova distrutta, e siccome non mangia da giorni strappa una piantina, ne rosicchia le radici, la leva al cielo e grida: «Giuro che non soffrirò mai più la fame!».
Quel giuramento collettivo fu ripetuto da milioni di italiane e di italiani. Fu così che settant’anni fa venne ricostruito un Paese distrutto. Come scrive Aldo Cazzullo, «avevamo 16 milioni di mine inesplose nei campi. Oggi abbiamo in tasca 65 milioni di telefonini, più di uno a testa, record mondiale. Solo un italiano su 50 possedeva un’automobile. Oggi sono 37 milioni, oltre uno su due. Eppure eravamo più felici di adesso». Ora l’Italia è di nuovo un Paese da ricostruire. La lunga crisi ha fatto i danni di una guerra. Per questo dovremmo ritrovare l’energia e la fiducia in noi stessi di cui siamo stati capaci allora. Cazzullo racconta l’anno-chiave della Ricostruzione, il 1948. Lo scontro del 18 aprile tra democristiani e comunisti. L’attentato a Togliatti e l’insurrezione che seguì. La vittoria al Tour di Bartali e l’era dei campioni poveri: Coppi e il Grande Torino, cui restava un anno di vita. Le figure dei Ricostruttori, da Valletta a Mattei, da Olivetti a Einaudi. Il ruolo fondamentale delle donne, da Lina Merlin, che si batte contro le case chiuse, ad Anna Magnani, che porta al cinema la vita vera. L’epoca della rivista: Wanda Osiris e Totò, Macario e Govi, il giovane Sordi e Nilla Pizzi.

ALDO CAZZULLO (Alba, 1966) è inviato e editorialista del Corriere della Sera, di cui cura la pagina delle Lettere. Tra le sue pubblicazioni La guerra dei nostri nonni (2014; nuova edizione 2018),Viva l’Italia! (2010), Possa il mio sangue servire (2015).

Approfondisci | Stampa evento | Programma in .pdf |

spazio

News   
spazio

Giovedì 22 Novembre 2018

ore 9:45 - Sala Convegni “G. Piana”, Via Emilia Parmense, 84 - Piacenza

Legge di bilancio e Fare Impresa in Italia

Legge di bilancio e Fare Impresa in Italia

Corso di Politica economica avanzata | Seminario

La lettura del CER e la valutazione di imprese, business angels e professionisti

Introducono
Francesco TIMPANO, Direttore CeSPEM, Università Cattolica del Sacro Cuore
Giovanni PARRILLO, Direttore responsabile di Economia Italiana

Interviene
Stefano FANTACONE, Ph.D, Direttore CER
La Legge di bilancio 2019 e le previsioni economiche per l’Italia

Ne discutono

Luca BAGATO, Università Cattolica del Sacro Cuore e Head of Fixed Income Borsa Italiana Spa
Carlo BRUNETTI, Italian Angels for Growth
Paolo GUERRIERI, Università La Sapienza e Presidente Advisory Board Economia Italiana
Carlo MARINI, partner Epic SIM SpA
Antonio ORTOLANI, AIDC e Comitato Scientifico di EI
Alberto ROTA, Presidente Confindustria Piacenza

Coordina
Filiberto ZOVICO, Italypost

Conclude
Francesco TIMPANO, CeSPEM, Università Cattolica del Sacro Cuore

Approfondisci | Stampa news | Allegato in .pdf

spazio

Martedì 27 Novembre 2018

ore 17:30 - CHIESA DI SAN SISTO, VIA SAN SISTO 9 PIACENZA

La Madonna Sistina a tutto tondo

La Madonna Sistina a tutto tondo

Serata di presentazione dell’opera in 3D nata da un’idea dei Lions

Ore 17.30 apertura e saluti delle Autorità
Mons. Gianni Ambrosio

Vescovo della Diocesi di Piacenza-Bobbio

Patrizia Barbieri
Sindaco di Piacenza

Massimo Toscani
Presidente Fondazione di Piacenza e Vigevano


Ore 18.00
Introduzione
Roberto Zermani Anguissola
(Lions)
La grande arte figurativa si apre ai non vedenti

Interventi
Marcello Spigaroli
La pala di Raffaello nell’architettura della chiesa di San Sisto

Tomaso Montanari in conversazione con Eugenio Gazzola
La vendita della Madonna Sistina: implicazioni su tutela ed esportazione del patrimonio culturale

Intermezzi musicali a cura degli allievi del Conservatorio “G.Nicolini” di Piacenza

Giovanni Taverna
Presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti
Ringraziamenti


Ore 19.00 Aperitivo servito nei chiostri di San Sisto

Approfondisci | Stampa news | Allegato in .pdf

spazio

spazio spazio spazio
spazio spazio spazio